La Carta dei Servizi Asilo Nido

La Carta dei Servizi Asilo Nido
 Scarica qui



Presentazione

 

La carta dei servizi è un documento attraverso cui il nido integrato si propone di  fornire a coloro che ne facciano richiesta, tutte le informazioni relative al servizio offerto, indicando le modalità generali di funzionamento e gli standard di qualità, in una logica di trasparenza. La carta dei servizi rappresenta uno strumento di comunicazione per il miglioramento della qualità del servizio.


  
Identità del nido

Il nido integrato “S. Antonio” è nato nel 2002 all’interno della preesistente scuola dell’infanzia, è autorizzato dalla Regione Veneto (L.R. 32/90), ha sede a Campalto(Venezia) in Via Orlanda 139, è gestito dal parroco assieme ad un comitato di gestione nel quale sono presenti  rappresentanti dei genitori dei bambini iscritti. Nel 2004 il servizio, in seguito a lavori di ampliamento e ristrutturazione edilizia dell’edificio, ha potuto aumentare l’offerta di nido integrato, potendo così accogliere 24 bambini.

È un servizio con finalità sociali ed educative, è collocato nello stesso edificio della scuola dell’infanzia con la quale svolge attività socio-educativa mediante collegamenti integrativi e secondo progetti concordati, accoglie 24 bambini dai 12 ai 36 mesi. È un nido che elabora e trasmette una visione cristiana della vita e della realtà, in cui i principi evangelici stanno alla base dell’azione educativa.

Finalità
 

Il nido integrato, concorre a promuovere la formazione integrale della personalità del bambino dai 12 mesi ai 3 anni, nella sua individualità, irripetibilità, globalità. È un luogo di vita quotidiana,di gioco e apprendimento attivo, di esperienze e relazioni ricche e significative. La sua proposta educativa mira alla maturazione equilibrata delle componenti fisiche, cognitive, affettive, sociali e morali della personalità del bambino, all’acquisizione di capacità e competenze di tipo motorio, comunicativo, espressivo, logico e operativo. Offre ai bambini un luogo di socializzazione e di stimolo alle loro potenzialità affettive, sociali e cognitive contando su interventi educativi che sostengono l’espressione della loro iniziativa

Il nido fornisce una risposta ai bisogni della famiglia che viene affiancata e sostenuta nell’educazione  dei figli.                                                 

       
Principi

·         Uguaglianza diritto di accesso

L’uguaglianza si fonda sul riconoscimento delle diversità. Essere diversi è una ricchezza per tutti e quindi è nella diversità che a tutti, nel nido devono essere garantiti gli stessi diritti.

L’erogazione del servizio è offerta a tutti i bambini e alle loro famiglie senza alcuna discriminazione per sesso, razza, etnia, lingua, religione, condizioni psico-fisiche e socio-economiche.

·         Il diritto al benessere e alla salute

La salute del singolo bambino  e della comunità dei bambini accolti nel servizio viene tutelata accogliendo e integrando le indicazioni ricevute dalle famiglie, dalla ulss 12 e dal pediatra di comunità.

·         La garanzia di continuità

     Molto importante è per il bambino l’inserimento in un contesto sociale con

     relazioni affettive stabili. Questo viene garantito dalla presenza continua  nel  

     tempo delle medesime figure educative. Le educatrici operano in stretta

     collaborazione con la famiglia e non in alternativa ad essa.

·         La partecipazione, l’informazione , la trasparenza

Gli incontri e i colloqui con le famiglie sono frequenti soprattutto nella fase di inserimento per dare la possibilità di conoscere e condividere il progetto educativo, discutere ed acquisire fiducia nel servizio.

Nel nido è presente un registro, costantemente aggiornato, in cui vengono indicati i nominativi dei bambini presenti o assenti.

Il  comitato di gestione è formato dai rappresentati dei genitori, del personale e i membri designati dal parroco.

·         Il diritto alla privacy

I dati personali e le immagini dei bambini sono tutelati dalla legge sulla privacy. Foto e filmati dei bambini potranno essere utilizzati, previa autorizzazione dei genitori, esclusivamente nell’ambito di iniziative educative e culturali. Tutti gli operatori del servizio sono tenuti al segreto d’ufficio.


Suddivisione degli spazi

 Il nostro servizio è composto da:

piano terra


·         ingresso con gli armadietti dei bambini della scuola dell’infanzia

·         spogliatoio e stanza armadietti bambini nido

·         grande salone accoglienza e gioco

·         servizi igienici

·         salone gioco

·         salone attività

·         stanza riposo

·         cucina

·         dispensa

·         sala mensa

·         lavanderia

·         spogliatoi per il personale

·         stanza per la fotocopiatrice, segreteria, coordinamento insegnanti

·         ascensore


primo piano ad uso della scuola dell’infanzia


·         n°3 aule per attività di sezione

·         stanza laboratorio scuola dell’infanzia

·         servizi igienici

·         salone


Il nido  è circondato da un ampio giardino, nel quale vi sono giochi di vario tipo adatti all’età dei bambini

 

Orario Nido Integrato


ore 07.45 - 09.00  Ingresso – accoglienza – gioco libero

ore 09.00 - 10.00 piccola merenda - verifica dei bambini presenti - canti e giochi

ore 10.00 - 11.00  attività di gruppo

ore 11.00 - 11.30  cambio pannolini e preparazione al pranzo

ore 11.30 - 12.30  momento di preghiera  - pranzo

ore 12.30 - 12.45  uscita intermedia

ore 13.00 - 15.00  riposo

ore 15.00 - 15.30  cambio pannolini - merenda

ore 15.30 - 16.00  uscita

Durante il periodo di inserimento gli orari di ingresso e  uscita sono concordati fra genitori ed educatrici in funzione del buon andamento dell’inserimento stesso. Al di fuori di questo particolare momento è opportuno che siano rispettati gli orari d’ingresso ed uscita

 

Programmazione delle attività


“Esperienze che ci fanno crescere…”

Il nido è lo spazio fisico nel quale i bambini devono trovare pari opportunità, senza alcuna discriminazione, in una prospettiva di accettazione e valorizzazione delle diversità culturali. Ogni bambino ha il diritto alla felicità, a esperienze gratificanti e stimolanti, ad un presente e un futuro migliori. Compito del nido è quindi offrire una proposta educativa che rifletta le potenzialità e le reali caratteristiche del bambino. Per rendere possibile questo nasce l’esigenza dalle educatrici di creare un rapporto di Collaborazione con le Famiglie.

Abbiamo pensato una programmazione che eviti atteggiamenti conformistici e omologanti. Vogliamo incentrare il lavoro educativo e didattico sul “fare” del bambino, cercando di sviluppare le competenze linguistiche e favorendo la conquista della sua autonomia, attraverso quella grande attività che è la scoperta della realtà mediante l’esperienza diretta, il “fare con le mani, con il corpo, con gli altri”, che è così strettamente collegato allo sviluppo delle competenze cognitive e relazionali.

L’esperienza corporea infatti risponde a molti bisogni dei bambini, soddisfa molte esigenze e sviluppa altrettante competenze motorie, cognitive, sensoriali, espressive, linguistiche.

Per promuovere il “fare” produttivo di ciascun bambino, dobbiamo innanzitutto favorirne un inserimento positivo che viene preparato su misura per lui e mediato con consapevolezza, tatto e sensibilità ricorrendo ad adeguate strategie di intervento.

Primo passo per l’attuazione di ciò è la conoscenza del bambino tramite un colloquio individuale con i genitori che vengono svolti alcuni giorni prima dell’ingresso al nido, per avere informazioni utili e recenti del bambino stesso.


Collaborazione nido – famiglia


Nel nido risulta necessaria la collaborazione tra famiglia e le diverse componenti della comunità educante per realizzare un ambiente veramente educativo, nel quale, si cresce perché si fa esperienza di comuni valori.

Il nido integrato “S. Antonio”, considera insostituibile il primato educativo della famiglia e collabora con essa in un rapporto di cooperazione costruttiva, d’integrazione e di continuità per la realizzazione di un’azione educativa coerente e adeguata ai bisogni del bambino.

Essa favorisce un clima di dialogo, di confronto, d’aiuto nel rispetto delle reciproche competenze, senza assumere ruoli sostitutivi.

La famiglia ha un ruolo attivo :

·         nella condivisione dei valori educativi, cui il nido s’ispira

·         nella gestione degli organi collegiali

·         nella partecipazione agli incontri d’informazione e formazione miranti alla crescita individuale, ma anche alla costituzione di gruppi di genitori in dialogo tra loro e con la realtà locale.


Regolamento del servizio

     

          Modalità di iscrizione al nido

·         Sono ammessi al nido i bambini da 1 a 3 anni

·         La domanda di inserimento nella lista d’attesa del nido può essere fatta in qualsiasi momento

·         Nel mese di febbraio vengono chiamati i bambini in lista d’attesa per effettuare l’iscrizione al servizio per il settembre successivo

·         Viene data priorità:

1.      ai bambini portatori di handicap

2.      ai fratelli di bambini  già frequentanti il nido o la scuola dell’infanzia “S. Antonio”

3.      ai residenti nel paese dov’è situato il nido (Campalto)

4.      all’ ordine di presentazione della domanda

In caso di esubero di domande, verrà stilata una graduatoria con gli stessi criteri sopra riportati.

Il Comitato di gestione si riserva il diritto di vagliare situazioni particolari


     Modalità di iscrizione  scuola dell’infanzia

·         Sono ammessi alla scuola dell’infanzia i bambini che compiono i tre anni entro il 31 dicembre, se ci sono posti liberi alla data del 30 aprile vengono accolte le iscrizioni dei bambini anticipatari

·         Le domande di iscrizione devono essere compilate sugli stampati predisposti dalla scuola

·         Le domande di iscrizione vanno presentate nel mese di gennaio di ogni anno

Viene data priorità:

1.      ai bambini portatori di handicap

2.      ai bambini già frequentanti il nido “S. Antonio”

3.      ai fratelli di bambini  già frequentanti il nido o la scuola dell’infanzia “S. Antonio”

4.      ai residenti nel paese dov’è situato la scuola dell’infanzia (Campalto)

      5.   all’ ordine di presentazione della domanda.

In caso di esubero di domande, verrà stilata una graduatoria con gli stessi criteri sopra riportati

Il Comitato di gestione si riserva il diritto di vagliare situazioni particolari


Quote

·         La quota di iscrizione è annuale

·         La quota d’iscrizione e la quota annuale, quale contributo per il funzionamento del nido/scuola dell’infanzia vengono fissate annualmente dal consiglio di amministrazione sentito il parere del consiglio di gestione

·         Per il nido, al momento dell’iscrizione viene chiesto un acconto da detrarre a settembre dalla quota annuale. In caso di rinuncia al posto oltre il 30 giugno non verrà restituita.

·         Il servizio è soggetto al pagamento annuale in un'unica soluzione o in 10 rate mensili a mezzo bonifico bancario presso BANCA PROSSIMA    IBAN: IT76  W033 5901 6001 0000 0010 276

·         Le 10 mensilità obbligatorie sono da versare entro il 10 del mese, e non oltre, anche in caso di assenza del bambino.

·         Le spese per attività che si svolgono fuori sede non sono contemplate nella quota annuale.

·         Le quote possono essere riviste in corso d’anno per eventi straordinari non dipendenti dalla gestione del servizio

 

      Ritiri

·         La quota  d’iscrizione annuale non verrà restituita in caso di rinuncia al posto

·         Le richieste del ritiro vanno effettuate entro il 10 del mese precedente, altrimenti verrà addebitata anche la rata successiva.



Norme generali

·         Il nido/scuola dell’infanzia apre la prima settimana di  settembre e chiude il 31 luglio per il nido e 30 giugno scuola dell’infanzia dell’anno successivo. Segue il calendario scolastico regionale

·         La settimana si articola dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 07.45 alle ore 16.00

·         I bambini entrano al nido/scuola dell’infanzia dalle ore 07.45 alle ore 09.00, è importante essere puntuali, eventuali  ritardi devono  essere comunicati alle educatrici.

·         Sono previste le seguenti uscite: alle ore 11.15 per i bambini che non pranzano a scuola, dalle ore 12.30 alle ore 12.45 dopo il pranzo dalle ore 15.30 alle ore 16.00 uscita finale. 

·         Gli inserimenti  avvengono di norma entro il 30 ottobre per il nido e  30 settembre per la scuola dell’infanzia, secondo le modalità stabilite dal collegio dei docenti. I genitori dei nuovi iscritti concorderanno con le educatrici/insegnanti  i tempi e il modo d’inserimento.

·         Si invitano i genitori  a telefonare al nido/scuola solo in caso di necessità: nell’eventualità di un improvvisa urgenza sono le educatrici/insegnanti a contattare telefonicamente i genitori

·         Il nido/scuola dell’infanzia fornisce, oltre al pasto ,una piccola colazione e la merenda.

·         Non si possono portare a scuola torte o altri alimenti preparati in casa, secondo la normativa H.A.C.C.P

·         In caso di malattia infettiva va immediatamente avvisato il nido/scuola dell’infanzia

·         Non è possibile somministrare medicinali. L’unica deroga riguarda i medicinali salvavita.

·         Se i bambini sono allergici a qualche pietanza o alimento particolare i genitori devono presentare un certificato medico

·         È richiesto  un abbigliamento comodo e pratico (sono da evitare bretelle o cinture) si chiede, inoltre un paio di pantofole o scarpe da usare solo all’interno del nido/scuola dell’infanzia

·         Il bambino dovrà venire al nido/scuola dell’infanzia munito di:

         - asciugamano con fettuccia e bavaglio con elastico con  scritto il nome           

         - fazzoletti di carta e sapone liquido

               - un cambio completo in un sacchetto con il nome

               - pannolini e di salviette umidificate (solo nido)

               - lenzuolo, cuscino, coperta con scritto il nome

·         Nel caso un genitore non possa venire a prendere il figlio al nido/scuola dell’infanzia, dovrà comunicare all’educatore/insegnante il nome della persona maggiorenne(con delega) a cui affidare il bambino

·         Nell’arco dell’anno scolastico ci saranno degli incontri tra comitato di gestione, educatori e genitori per favorire lo scambio informativo tra scuola e famiglia

·         In caso di comunicazioni importanti con l’educatrice/insegnante si potrà usufruire di brevi momenti durante il     tempo dell’accoglienza o durante il tempo dell’ultima uscita, naturalmente senza distogliere l’educatore/insegnante dal suo servizio, oppure fissare un appuntamento per un colloquio

·         L’uso dell’ascensore è riservato solo al personale del servizio, può essere utilizzato dai bambini solo in eventuali occasioni e accompagnanti dal personale scolastico.

·         Non è consentito fermarsi all’interno del nido/scuola oltre l’orario scolastico

·         Al ricongiungimento con il genitore( o chi per esso) la responsabilità non è più del servizio


  

Riammissione al servizio

·         L’assenza sia per motivi familiari che per malattia deve essere comunicata immediatamente all’educatore/insegnante

·         L’assenza per malattia superiore a 6 giorni richiede il certificato medico, il conteggio dei giorni di assenza decorre dal 1° giorno di assenza e comprende gli eventuali giorni successivi anche non lavorativi

·         Qualora il genitore non presenti il certificato medico, il bambino non potrà essere riammesso al nido/scuola dell’infanzia .


 

Informazioni generali


Il nido accoglie  n.24 bambini dai 12 mesi ai 3 anni. Il rapporto numerico educatore/bambini è stabilito all’interno dei parametri previsti dalla normativa regionale. La proposta delle specifiche attività di apprendimento e laboratori è effettuata nel rispetto dei tempi di crescita di ciascun bambino Il rapporto numerico educatore/bambini garantisce il lavoro in piccoli gruppi

Le educatrici del nido sono tutte fornite del prescritto titolo di studio e assunte a tempo indeterminato con rapporto di lavoro individuale conforme al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro FISM, partecipano periodicamente ad incontri di formazione in servizio.

Le educatrici, integrandosi con l’azione educativa della famiglia, costruiscono contesti, propongono materiali, osservano, documentano, accolgono e rilanciano proposte ai bambini, sempre spettatori attenti e garanti, ma anche compagni di gioco.

Le educatrici, oltre a prendersi cura dei bambini sono impegnate ad elaborare e verificare il progetto educativo del nido in collaborazione con la pedagogista. Questa è a disposizione dei genitori,su appuntamento, per eventuali colloqui, inoltre durante l’anno propone degli incontri di approfondimento per i genitori

Il nido ha la mensa interna gestita dalla scuola stessa, la cuoca ha partecipato al corso di addetto all’autocontrollo alimentare HACCP nella ristorazione scolastica (D.L. n.155/97) ed, in base al menù settimanale, prepara le pietanze adatte ai bambini. Il menù è articolato in quattro settimane a seconda della stagione, è esposto al pubblico per la conoscenza diretta degli alimenti dati ai bambini.

Il personale ausiliario si prende cura della pulizia e dell’igiene degli ambienti e degli oggetti con i quali i bambini sono quotidianamente a contatto.

La coordinatrice del servizio si occupa della gestione del personale, degli aspetti relativi all’organizzazione del lavoro, gestione dell’utenza e raccordo fra servizi educativi, sociali e sanitari. Riceve i genitori al mattino dalle ore 08.00 alle ore 09.00, previo appuntamento.

Il pediatra e l’assistente sanitaria, messe a disposizione dall’ASL 12 Veneziana  assicurano la prevenzione e la tutela della salute all’interno del nido.

Il comitato di gestione provvede a tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione.

Nella scuola sono istituiti  i seguenti Organi Collegiali:

  • Comitato di gestione
  • Assemblea dei genitori della scuola
  • Collegio dei docenti
  • Consiglio di intersezione

E’ presente nella scuola personale addetto all’emergenza, in possesso dell’attestato del prescritto Corso di formazione per gli addetti all’emergenza, prevenzione incendi e lotta antincendio (D.Lvo 626/94 art.13) e personale addetto al pronto soccorso

Il nido è in possesso dei seguenti documenti:

  • Progetto Educativo
  • Statuto
  • Carta dei Servizi in cui è inserito il Regolamento

Tali documenti sono approvati dal Legale Rappresentante della Scuola, dal Collegio dei Docenti, dal Comitato di gestione.



Procedure dei reclami


Ai sensi del D.M. 15\6\95, parte IV, par. 8,1 i reclami possono essere espressi in forma orale, scritta, telefonica, via fax e devono contenere generalità (indirizzo e reperibilità del proponente).

I reclami orali e telefonici devono essere sottoscritti; quelli anonimi non sono presi  in considerazione se non circostanziati.

Il legale rappresentante, dopo aver esperito ogni possibile indagine in merito, risponde in forma scritta non oltre 15 giorni attivandosi per rimuovere le cause che hanno provocato il reclamo. Qualora il reclamo non sia di competenza del legale rappresentante al reclamante saranno fornite indicazioni circa il corretto destinatario.

La presentazione di reclami è considerata dal servizio quale stimolo migliore del servizio offerto; è quindi istituito presso la Scuola stessa un registro sul quale vengono annotati i reclami con l'indicazione della data di presentazione, del nome dell'estentore e delle circostanze oggetto della contestazione.

In apposito fascicolo verranno conservati i testi dei reclami pervenuti per iscritto o via fax, mentre quelli orali saranno immediatamente trascritti sul Registro e firmati dal proponente e dal ricevente.




Valutazione del servizio


Al fine di raccogliere elementi utili al miglioramento e alla valutazione del servizio reso, verranno effettuate delle riunioni periodiche educatrici \ genitori, per raccogliere pareri e suggerimenti atti a rendere più efficiente la funzionalità didattica  e la collaborazione nido \ genitori \ comitato di gestione. Il nido s’impegna, inoltre, ad effettuare annualmente presso i propri utenti una rilevazione sulla qualità e sul grado di soddisfazione del servizio ricevuto, attraverso questionari proposti nel mese di maggio.

I risultati emersi sulla qualità percepita permettono al servizio di individuare obiettivi di miglioramento di cui tenere conto in sede di pianificazione annuale.